world I with Mare

multimedial openair installation in front of the sea, during the sunset

by Regina Huebner (video) and composer Luca Lombardi (music)

 

Al tramonto, di fronte al mare di Roma, in occasione della Giornata del Contemporaneo di AMACI Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la visual artist austriaca Regina Hübner e Luca Lombardi, uno dei compositori italiani più noti a livello internazionale, presenteranno di fronte al mare di Roma world I with Mare un’installazione multimediale openair di videoproiezione e musica.
Installazione multimediale con la videoproiezione world I di Regina Hübner e Mare per grande orchestra (registrazione della prima assoluta) di Luca Lombardi in occasione dell’Undicesima Giornata del Contemporaneo di AMACI Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Di fronte al mare di Roma, presso Mediterranea, Via Litoranea km 8, Roma 
Evento sul sito di AMACI: http://www.amaci.org/gdc/undicesima-edizione/regina-huebner-luca-lombardi-presentano-world-i-mare 

world I with Mare 
Osservare il mare. Osservare il mondo. Guardare l’orizzonte. Lasciarsi trasportare. Incontrare. Ascoltare. 
Anche world I e Mare di Regina Hübner e Luca Lombardi sono due opere artistiche che si incontrano, che si lasciano osservare e ascoltare in un contesto che mostra dal vivo il tema che le unisce: il mare.
L’evento di world I with Mare si svolge da Mediterranea, in riva al mare di Roma a Capocotta, un’area con dune di sabbia costiere e piante pioniere, che danno origine a un complesso ecosistema di vegetazione e fauna. 
MARE
Mare è una composizione per grande orchestra del 2012 del compositore Luca Lombardi. La registrazione che si ascolterà, è quella della Prima assoluta (Bielefeld, 25 marzo 2012, Staatsorchester Oldenburg e Bielefelder Philharmoniker, direttore: Thomas Dorsch). 
Registrazione di Mare: http://www.lucalombardi.net/home/it_IT/audio/ 
Mare è, dopo Terra, la seconda composizione di un progetto per orchestra di Luca Lombardi, del quale faranno parte anche Vento e Sole. 
Mare è stata concepita sulle coste di Tel Aviv, subito dopo un’altra composizione che pure ha a che fare con il mare, Italia mia (commissionata dal Teatro alla Scala per i 150 anni dell’Unità d’Italia). Luca Lombardi suggerisce di lasciarsi trasportare dalla musica, invece di volerla “capire”: “Così, come ogni uomo reagisce in modo individuale e del tutto soggettivo all’incontro con il mare.” 
Italia mia si conclude con un testo dello stesso Lombardi, che può valere anche per Mare: 
“Su questo bel mare nostro si affacciano tanti paesi: Gibilterra, Spagna, Francia, Monaco, Italia, Slovenia, Croazia, Montenegro, Albania, Grecia, Turchia, Cipro, Siria, Israele, Palestina, Libano, Egitto, Libia, Malta, Tunisia, Algeria, Marocco. 
Il mare è agitato e calmo, ci è amico e nemico. 
Ma com’è bello il mare quando è calmo, e l'aria mite.
Su una spiaggia di Israele ascolto il rumore della risacca, sempre uguale e sempre diverso, e scruto l'orizzonte.
Immagino che, dall’altra parte del Mediterraneo, qualcuno, come me, sieda in riva al mare e scruti l'orizzonte.
Anche noi, come il mare, siamo calmi e agitati, amici e nemici.
Ma com’è bello quando, sereni, sediamo in riva al mare, e il mare è calmo.
L’orchestra di Mare è composta da oltre 150 strumenti 4 flauti / 4 oboi / 4 clarinetti / 4 fagotti / 8 corni / 4 trombe / 4 tromboni / tuba / percussione (6 esecutori) / timpani / arpa / celesta / pianoforte / archi (14-12-10-8-6).

WORLD I
world I di Regina Hübner è un video digitale a colori, senza sonoro, di 2’49”, concepito per durata infinita. Nel 2015 è stato pubblicato in K.U.L.M. Mitteilungen 3 Hat Natur Sinn?, Edition Keiper, Graz. E’ il primo lavoro di Regina Hübner sul tema del nostro mondo, iniziato nel 2011. 
world I su YouTube: https://youtu.be/R33BB51AMaw
world I, il mare - Materia dalla quale è nata la nostra vita. Ognuno di noi porta dentro di sé un ricordo remoto di appartenenza. La visione capovolta ci invita a dubitare della mera conoscenza e a percepire la propria consapevolezza del legame, scoprire gli aspetti del mare, per noi infinito. Il mare, il cielo, la vista. Dipende dal nostro punto di osservazione, dove vediamo il mare.
Le altre opere su questo tema sono finora world II, la natura - La seconda parte del sé; world III, l’isolamento - Utopia come luogo. Casa mia potrebbe essere un’isola utopica; world IV, l’esistenza; world V, l’uomo - Spazio nello spazio. Il mondo e il nostro corpo sono i nostri spazi; world VI, la posizione dell’uomo - Essere oggetto osservato dall’universo stesso. L’orizzonte mi guarda. 
Videos di world: http://www.reginahuebner.net/visions/now/world/ 

Luca Lombardi
http://www.lucalombardi.net/home/it_IT/
Luca Lombardi (Roma, 1945) è uno dei compositori italiani più noti a livello internazionale. Ha studiato composizione a Roma, Firenze, Vienna, Colonia e Berlino (tra gli altri con A. Renzi, R. Lupi, K. Stockhausen, B.A. Zimmermann, P. Dessau), diplomandosi al Conservatorio di Pesaro sotto la guida di B. Porena. Si è laureato in Lingua e Letteratura Tedesca (con una tesi su Hanns Eisler, successivamente pubblicata presso l’editore Feltrinelli). Ha insegnato Composizione nei Conservatori di Pesaro e Milano. Ha scritto più di 160 composizioni, tra cui quattro opere (Faust. Un travestimento, 1991; Dmitri oder der Künstler und die Macht, 2000; Prospero, 2006; Il Re nudo, 2009), tre Sinfonie, Concerti solistici (tra cui E, Concerto per flauto), altra musica per orchestra (tra cui Terra, 2007 e Mare, 2012), musica da camera e per strumenti solisti.
Ha tenuto conferenze e seminari in tutta Europa, Israele, America Latina, Stati Uniti, Giappone. E’ stato Fellow del Wissenschaftskolleg zu Berlin, del Hanse Wissenschaftskolleg Delmenhorst e ospite del “Berliner Künstlerprogramm des DAAD”. Su invito della Japan Foundation ha soggiornato sei mesi in Giappone. È co-autore di un trattato di orchestrazione (Instrumentation in der Musik des XX. Jahrhunderts, Celle, Germania). 
Una selezione di suoi scritti è stata pubblicata nel volume Construction of Freedom and other Writings, a cura di J. Thym (Baden-Baden, 2006).
“Musik-Konzepte”, la serie di pubblicazioni sui compositori, gli ha dedicato un numero doppio (München, 2014).
Ha ricevuto vari premi, tra cui il Premio SIAE per il teatro musicale e il Premio Petrassi. Il Presidente della Repubblica tedesca Joachim Gauck gli ha conferito nel 2015 la Croce al merito (Bundesverdienstkreuz). È membro dell’Akademie der Künste di Berlino e della Bayerische Akademie der schӧnen Künste di Monaco di Baviera. Vive a Marino (Roma) e a Tel Aviv. 

GdF Giornata del Contemporaneo e AMACI Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani
http://www.amaci.org/
Anche per l’Undicesima Giornata del Contemporaneo si aprono gratuitamente le porte dei 26 musei AMACI e di un migliaio di realtà in tutta Italia per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze. Un programma multiforme che di anno in anno ha saputo regalare al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea, portando la manifestazione organizzata da AMACI a essere considerata l’appuntamento annuale che ufficialmente inaugura la stagione dell’arte in Italia. 
A testimonianza del rilievo sempre crescente della manifestazione e dell’importanza del suo ruolo nel sistema nazionale, il Presidente del Senato Pietro Grasso ha conferito all’Undicesima Giornata del Contemporaneo la medaglia di bronzo del Senato della Repubblica, mentre la Presidente della Camera Laura Boldrini ha conferito il premio di rappresentanza della Presidenza della Camera dei deputati. Anche quest’anno la Giornata si avvale del sostegno dell’AAP - Direzione generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. 
La conferenza stampa nazionale si terrà il 9 ottobre 2015 al Palazzo del Collegio Romano con gli interventi del Ministro Dario Franceschini e del Presidente AMACI Gianfranco Maraniello.
AMACI Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani è una associazione non profit che riunisce 25 tra i più importanti musei d’arte contemporanea italiani. Nasce nel 2003 con lo scopo di fondare una vera cultura istituzionale dell’arte moderna e contemporanea nel nostro Paese. Lo sviluppo e la crescita dell’Associazione hanno permesso in questi primi anni la creazione di una fitta rete di relazioni tra musei e istituzioni, in grado di garantire un continuo scambio di progetti, programmi e conoscenze e un rinnovato dinamismo nel processo di sviluppo della cultura contemporanea. Grazie al sostegno di molte istituzioni pubbliche e private del nostro Paese e all’attenzione e all’interesse dei maggiori media nazionali, AMACI ha raggiunto una posizione di rilievo nel panorama dell’arte contemporanea italiana ed è sempre più riconosciuto il valore del suo ruolo istituzionale per il sostegno e la promozione dell’arte del nostro tempo, sia in Italia che all’estero.

Mediterranea
Via Litoranea Km 8, Capocotta – Roma. Website: www.ostiamediterranea.it 
Mediterranea gestisce la spiaggia e si occupa dell’osservazione e della protezione dell’area naturalistica. E’ inserito in uno dei tratti più belli del litorale romano: la spiaggia libera di Capocotta. Chiusa tra il mare e la macchia rigogliosa delle tenute di Capocotta e Castel Porziano, questa spiaggia rappresenta una delle pochissime aree della costa romana in cui la natura non ha lasciato il posto a palazzi e stabilimenti balneari. Qui la vegetazione dà vita alle dune e le consolida, cresce spontaneamente e offre lo spettacolo multicolore di inaspettate fioriture, come quella del pancrazio marittimo, della soldanella, del cisto, della camomilla marina.